giovedì 3 maggio 2012

Focaccia bianca rustica




Vi propongo oggi una ricetta semplice per una focaccia in stile genovese ma non proprio uguale, molto rustica e gustosa, adatta a salumi e formaggi.

Ingredienti

480 gr di farina W 240/260
300 gr di acqua
30 gr di olio extra vergine di oliva
10 gr di sale fino
5 gr di malto in polvere/pasta
25 gr di lievito di birra
Sale maldon in fiocchi Q.B.

Procedimento

Mettiamo in planetaria l’acqua, il sale, il malto e l’olio, facciamo amalgamare bene, quindi inseriamo il lievito sbriciolato e man mano la farina fino a incordare l’impasto. Coprite e fate riposare 15 minuti a t. ambiente. Su un piano infarinato date un paio di pieghe alla pasta, quindi su una teglia ben oliata appoggiatela pasta, coprire con pellicola e mettere a lievitare a 28/30°C per 60 minuti. Passato il tempo stendete la pasta con le mani e pennellate la superficie di olio e far lievitare ancora 90/120 minuti , prima di cuocere versate sulla superficie una soluzione 50/50 di acqua tiepida e olio, con le dita praticate delle pressioni in superficie in modo da far prendere il classico aspetto a buchi, quindi cospargere con sale maldon in fiocchi . Infornare a 230/240°C fino a colorazione, circa 25 minuti.

11 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  2. Ottima la focaccia! Metto anche questa in lista!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...poi la voglio vedere sta lista eh...ahhaha!!!

      Elimina
    2. Hai ragione! Mi ci vorrebbero quattro vite per poter provare tutte le ricette che mi interessano. Ma questa la faccio, io adoro la focaccia!! Buona giornata!

      Elimina
    3. ahahah...ok...ciao cara...)))

      Elimina
  3. Ciao Alessio,
    che io sappia, almeno in Campania, la patria della pizza nel mondo, non si usano mix di farine, ma si usa la sola Caputo bianca.
    Dove hai trovato quell'informazione sui mix di farine nelle pizzerie migliori?

    Saluti

    Andrea

    RispondiElimina
  4. scusa Alessio, ho sbagliato post, avevo più pagine aperte, naturalmente il mio commento si riferisce alla ricetta della pizza tonda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea, quando facevo riferimento alle migliori pizzerie non intendevo solo quelle napoletane che usano solo caputo blu o rossa, ma mi riferivo alle altre pizzerie di nuova concezione sia al taglio ma più che altro le classiche pizzerie che usano lievitazioni lunghe ( 48/72h) pochissimo lievito o solo lievito madre e presentano gusti di pizze leggermente alternativi. Di locali così a roma ce ne sono 3/4 e andando verso il nord si cresce. Comunque non è una teoria quella seconda la quale usando un mix di farine l'impasto viene più saporito e di struttura migliore in quanto le farine più sono integrali e più hanno sapore e aromi da confluire nell'impasto, e donano sfumature diverse per struttura e lavorabilità. Ora non ti dico di fare come me che uso 10 farine ma già usandone 2 ( una bianca e una tipo integrale o cereali) sentirai la differenza. Poi ovviamente può piacere o meno, in quanto siamo abituati a mangiare la pizza con sola farina di frumento...ma qui entriamo nel campo gusti personali...dal quale non si esce più...ciao

      Elimina
  5. Ciao! vorrei chiederti un chiarimento sulla ricetta. La soluzione di 50/50 di acqua e olio da mettere alla fine a che quantità corrisponde?
    Grazie Ciao
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara, va messa prima di infornare e la dose dipende dalla grandezza della teglia e da quante teglie. Comunque devi farne in quantità per spennellare abbondantemente l'intera superficie.
      Ciao

      Elimina